Qualità
dal 1904.



Combustibile
naturale.

Niente ha segnato la storia delle mattonelle per caminetti UNION® come il tempo. Non parliamo solo del tempo che potrete godervi davanti al caminetto grazie alle mattonelle e che contraddistingue il nostro tradizionale marchio. Ma il tempo di cui necessita una tradizione.

Forse è meglio accendere un bel fuocherello, aggiungere un paio di mattonelle UNION® e sdraiarsi in totale relax. Questa storia, infatti, inizia tanto tempo fa.

20 milioni di anni fa


La forza della natura, grazie ai materiali di origine naturale e organica (minerale).


Il distretto minerario di lignite della Renania – dove da sempre vengono prodotte le mattonelle per caminetti UNION – era molto diverso 20 milioni di anni fa. Il clima era subtropicale e umido, l’ambiente ricco di paludi e fitti boschi. Dove oggi sorge il Duomo di Colonia, vivevano altre creature gigantesche, come i mastodonti e le sequoie.

È all’incirca in quest’epoca che ebbe inizio un processo destinato a ripetersi costantemente e che portò alla creazione della lignite. Le piante e gli alberi morti si trasformarono in torba grazie all’azione dei microrganismi presenti nelle paludi e negli acquitrini e, accumulandosi nel corso dei secoli, formarono uno strato di molte centinaia di metri. Questi strati vennero ricoperti d’acqua, poi di sabbia, ghiaia e pietre, e infine di nuove piante, che riavviarono il processo.


La pressione trasforma la torba in lignite.

Questi strati sedimentosi, uniti ai nuovi terreni accumulatisi nel corso di milioni di anni a causa di spostamenti delle placche, inondazioni e cambiamenti climatici, hanno esercitato una fortissima pressione sugli strati di torba, comprimendoli e trasformandoli in lignite.


Le mattonelle per caminetti sono un concentrato di energia solare.

Il materiale che rende la lignite una fonte energetica così efficiente è il carbonio, importantissimo per l’intero ecosistema. Poiché la lignite deriva dai resti delle piante, possiamo concludere che il carbonio contenuto nelle piante per effetto della fotosintesi è conservato nelle mattonelle. Quindi l’energia solare di milioni e milioni di anni fa è rimasta imprigionata nella lignite e, di conseguenza, anche nelle mattonelle per caminetti UNION: è questo che rende le mattonelle una preziosissima fonte energetica.

 

 

 

1790

 

Quando le mattonelle erano sono "Klütten" – zolle di terra.

Già nel tardo Medioevo, la lignite veniva estratta dalla montagna di Ville, tra Bonn e Colonia. Si parlava di “miniera di torba” perché questo materiale terroso e infiammabile conteneva resti visibili di legno e piante. Risalgono al 1790 le prime informazioni concrete che evidenziano come le miniere di torba si fossero sviluppate gradualmente in un vero mestiere. “Lavoratori di zolle” era il nome di coloro che miscelavano la lignite asciutta con argilla e acqua, per poi farla seccare all’aria in grandi recipienti a forma di vaso, ottenendone “piccoli ammassi” in grado di ardere.

1° marzo 1877



Viene pressata la prima mattonella per caminetti nel distretto minerario renano di lignite.

L’ex “Actiengesellschaft Brühl-Godesberger Verein für Braunkohlenverwerthung” (Società per azioni Brühl-Godesberger unione per la valorizzazione della lignite) utilizzò per prima due presse Exter, dal nome dell’inventore e titolare del brevetto di una pressa per torba, e nel 1877 realizzò la prima mattonella per caminetti. In questo modo, gettò le basi per un settore industriale che ancora oggi influenza enormemente l’economia locale.

1900


Viene fondato il marchio UNION®.

Nel frattempo, nel distretto minerario renano di lignite si stabilirono numerose imprese. Tante località come Donatus, Fortuna o Rheingold sono note a molti ancora oggi. Il progresso tecnologico delle draghe e delle presse così come l’aumento della domanda interna trasformarono la produzione di mattonelle per caminetti in un’attività economica lucrativa.





1° aprile 1904



Tutte le miniere producono mattonelle UNION
®.

Dopo pochi anni, tutte le miniere del distretto carbonifero si unirono al nuovo marchio. Ma fu il 1904 a segnare il momento fondamentale. Ogni impresa del distretto minerario renano di lignite iniziò a produrre mattonelle UNION®. Fu la decisione giusta, confermata dalla vita del marchio, che ancora oggi è uno dei più importanti attori nel settore dei caminetti.

La domanda crebbe tanto quando venne esteso il tratto ferroviario a sinistra del Reno. L’incremento delle capacità di trasporto, la consegna di grandi quantità, ora possibili, e i giacimenti di lignite, per la maggior parte definiti inesauribili, contribuirono a offrire questo nuovo prodotto come un’alternativa economica al carbon fossile.

1945



La mattonella UNION® come mezzo di pagamento e fonte termica.

Solo le generazioni più anziane ricorderanno i durissimi inverni del dopoguerra. All’epoca un carretto pieno di mattonelle permetteva di stare al caldo. Inoltre era possibile barattare le “zolle di terra” nel mercato nero, ricevendo in cambio generi alimentari.

Dal 2000



Qualità e tradizione sono le colonne portanti delle mattonelle UNION
®.

“Tradizione significa preservare il progresso, progresso significa portare avanti la tradizione”. Citazione di Carl Friedrich von Weizsäcker, morto il 28/04/2007.


Molto è cambiato da allora. Ma una cosa è rimasta tale: la qualità.

Il paesaggio e il distretto minerario hanno assistito a pesanti cambiamenti nel corso del tempo. Enormi draghe semoventi dotate di pala svolgono ora il faticoso lavoro che prima doveva essere eseguito a mano. Ciononostante, non è cambiato quasi nulla nella produzione delle mattonelle per caminetti UNION®.


Le mattonelle per caminetti UNION® sono prodotte ancora oggi con i metodi tradizionali.

La produzione, detta anche trasformazione, non ha subito modifiche dal 1904. Naturalmente oggi le macchine vengono comandate elettronicamente. Tuttavia il principio alla base è rimasto inalterato: il carbone viene frantumato e ridotto in una polvere fine. Successivamente il carbone passa alla fase di asciugatura, riducendo l’elevato contenuto idrico.



Utilizzando una pressione fino a 1000 bar e senza aggiungere agenti leganti, il carbone secco viene quindi convogliato all’interno delle cosiddette presse a estrusione, dove assume la sua forma caratteristica. Un punzone garantisce che sul lato anteriore della mattonella venga impresso il logo classico UNION® in positivo, mentre nella parte posteriore la marcatura è in negativo.


Il ritorno alla natura.

Oggi molte miniere esaurite del distretto minerario renano di lignite sono ritornate a essere splendidi paesaggi naturali grazie a opere di rimboschimento o di conversione in laghi per draghe, come il Donatussee. Ed è così che si chiude il cerchio, con il ritorno alla natura.

Ogni cosa richiede un po’ di tempo. Il tempo che ora potrete godervi davanti al caminetto, grazie alla piacevole atmosfera creata dalle mattonelle UNION®.